Prestiti per i dipendenti di Poste Italiane: come richiedere la cessione del quinto

Il prestito con cessione del quinto è in assoluto uno dei più amati dagli italiani, grazie alle condizioni particolarmente vantaggiose a cui permette di avere accesso. In generale si tratta infatti di un prestito che di per sé presenta condizioni di elargizione molto interessanti, grazie alla sua restituzione considerata certa. Non a caso infatti i requisiti essenziali per aver accesso ad un prestito con cessione del quinto sono il possesso di un contratto lavorativo a tempo indeterminato o di un assegno pensionistico.

Quando a richiedere un prestito con cessione del quinto sono però dei dipendenti pubblici o statali, come ad esempio appunto i dipendenti di Poste Italiane, le condizioni divengono ancora più vantaggiose. Questo è dovuto al fatto che la loro occupazione viene considerata sicurissima, presentando rischi di licenziamento o fallimento dell’azienda praticamente pari a zero.

A tutti i dipendenti delle Poste che intendono richiedere un prestito con cessione del quinto, si consiglia di leggere quanto riportato sulla pagina https://www.cessionedelquintofacile.com/cessione-del-quinto-dipendenti-poste-italiane/, così da conoscere nel dettaglio i requisiti, i vantaggi e le tante particolarità di questo prestito. Tuttavia per quanto concerne quelli che sono gli aspetti pratici della domanda è importante conoscere come presentare la richiesta.

Come richiedere una cessione del quinto per dipendenti delle Poste

La richiesta di questo speciale prestito può essere presentata ad uno dei tanti istituti di credito, banche o finanziarie convenzionate. In questa occasione al dipendente di Poste Italiane verrà richiesto di presentare una serie di documenti. Tra questi troviamo il contratto di lavoro. Questo è importante perché i dipendenti di Poste Italiane che richiedono una cessione del quinto devono dimostrare di essere assunti a tempo indeterminato da almeno tre mesi. Devono cioè aver superato il periodo di prova.

Tra gli altri documenti necessari figurano poi un documento d’identità valido, il codice fiscale (a meno che non si presenti una carta d’identità elettronica, in cui è già inserito questo dato) e l’ultima busta paga. Quest’ultimo aspetto è importante per determinare la cifra ottenibile con il prestito, che varia in funzione dello stipendio del dipendente e della durata del prestito. Dovrebbe essere poi presentato il CUD, cioè il certificato unico del dipendente, ottenuto l’anno prima in sede di presentazione della “dichiarazione dei redditi”.

Infine l’ultimo documento richiesto è il certificato di stipendio, che può essere richiesto attraverso una richiesta da effettuare tramite raccomandata all’ufficio centrale di Roma. Questo è un passaggio indispensabile perché in questo documento viene riportata la quota cedibile dello stipendio che, come previsto dalle normative interne, viene calcolata direttamente da Poste Italiane. Solitamente per ottenere questo documento sono necessari una ventina di giorni ma la procedura nel suo complesso è molto semplice. I tempi per la liquidazione del prestito dalla presentazione della domanda, cambiano da una finanziaria all’altra ma sono generalmente fissati in pochi giorni lavorativi (4/5).

Caratteristiche della cessione del quinto

Il prestito con cessione del quinto ha delle caratteristiche e dei paletti molto precisi. Ad esempio la sua durata è sempre compresa tra un minimo di due e un massimo di dieci anni. La rata di rimborso non può mai superare la misura di un quinto dello stipendio, fattore che dà appunto il nome a questa tipologia di finanziamento. Va inoltre sottolineato che la cessione del quinto per legge è sempre accompagnata da una polizza assicurativa che protegge creditore e debitore in caso di perdita occupazionale e di morte del debitore.

Anche la polizza assicurativa risulterò però più economica nel caso di una cessione per dipendenti di Poste Italiane in quanto il rischio occupazionale è molto contenuto. Oltre a questo, un dipendente di Poste Italiane può ottenere una cessione del quinto con molti vantaggi, come ad esempio:

  • Tassi TAN e TAEG molto vantaggiosi.
  • Procedura di richiesta molto semplice.
  • Possibilità in alcuni casi di richiedere una doppia cessione.
  • Pagamento delle rate direttamente in busta paga.
  • Possibilità di estinguere il debito anticipatamente.

In conclusione è quindi evidente che il prestito con cessione del quinto rappresenta un’ottima possibilità per i dipendenti di Poste Italiane che possono avete accesso a condizioni molto vantaggiose. La richiesta per ottenere il prestito è inoltre semplice da gestire e anche relativamente veloce, fatta eccezione per i tempi tecnici necessari per il ricevimento del certificato di stipendio.