Poste italiane: i prestiti per pensionati

I prestiti per pensionati sono particolari forme di credito che vengono aperte in favore di chi è già uscito dal mercato del lavoro e ha bisogno di somme per soddisfare propri bisogni. Tra le varie possibilità, particolarmente vantaggiose sono le offerte di prestiti per pensionati di Poste Italiane che hanno creato prodotti specifici per i più anziani, caratterizzati da convenienza e semplicità.

I prestiti pensionati INPS nascono con l’obiettivo di aiutare chi è già in pensione a realizzare i propri progetti e sogni senza dover cambiare stile di vita pagando rate di elevato valore. Possono essere richiesti senza indicare a cosa servono i soldi ed essere restituiti in piccole rate fino a 120 mensilità. La proposta concreta fatta al singolo richiedente dipende dalle somme necessarie, dall’età e dall’ammontare della pensione. Poste Italiane eroga prestiti per pensionati sotto forma di cessione del quinto con rata che ha un ammontare massimo pari ad un quinto della pensione, quindi l’importo della rata mensile potrà essere anche di minore entità. Il prestito appare particolarmente vantaggioso perché può essere richiesto anche se si hanno altri finanziamenti in corso.

i prestiti per pensionati di poste italiane

La proposta prevede che il piano di ammortamento debba avere una durata compresa tra 36 e 120 rate, ovvero durata massima di 10 anni. Il credito deve però essere estinto prima che siano stati compiuti 84 anni, ad esempio una persona di 75 anni potrà chiedere il finanziamento, ma non per la durata massima del piano di ammortamento. Inoltre fino all’età di 81 anni potrà essere richiesto il finanziamento: si tratta di un limite molto più elevato rispetto a quello normalmente concesso. Come previsto per legge per poter stipulare la cessione del quinto con l’INPS è necessario stipulare una polizza a copertura del rischio vita. Per ottenere il prestito è necessario recarsi in uno dei tanti uffici postali presenti sul territorio, qui sarà fissato un appuntamento con un consulente, se non è già presente in sede, e sarà possibile avere tutte le delucidazioni necessarie. Per poter contrarre sarà necessario presentare il cedolino della pensione e il certificato della quota cedibile. In base a tali documenti e all’entità di denaro richiesto, sarà sviluppato un piano di ammortamento.

La legge prevede che per poter ottenere la cessione del quinto l’ammontare della pensione debba essere superiore rispetto all’assegno minimo previsto per la pensione sociale, si ritiene infatti che tale importo sia essenziale per poter vivere. I prestiti pensionati INPS con cessione del quinto sono particolarmente convenienti perché non prevedono costo di apertura della pratica, di incasso rata, o per comunicazioni periodiche. È possibile estinguerli in anticipo, pagando le rimanenti somme, senza essere soggetti a penale. Per poter ottenere i prestiti Poste Italiane non è necessario avere un conto corrente: le somme potranno essere erogate anche su un libretto nominativo di risparmio, su una carta postepay, oppure possono essere girate al pensionato attraverso un assegno vidimato non trasferibile.