Prestito BancoPosta: calcolo rata e tassi di interesse

Poste Italiane è uno dei nomi più famosi e, vista anche la presenza di uffici praticamente in tutti i comuni d’Italia, sono molte le persone che decidono di affidarsi a questo istituto anche per quanto riguarda la concessione di finanziamenti; come ripetiamo spesso in queste pagine, prima di firmare un contratto di finanziamento bisognerebbe informarsi bene sulle condizioni e sui tassi di interesse applicati, quindi cerchiamo di capire come è possibile effettuare il calcolo della rata per un prestito BancoPosta.

Importo, durata e modalità di richiesta del prestito BancoPosta

Prima di tutto riepiloghiamo quelle che sono le caratteristiche principali del prestito BancoPosta: il finanziamento consente di ottenere importi tra i 3.000 e i 30.000 euro da restituire con piani di rimborso che possono durare dai 24 agli 84 mesi. Il finanziamento può essere richiesto anche da chi non è titolare di un conto BancoPosta, purché risieda in Italia e abbia un reddito da lavoro o da pensione dimostrabile e prodotto nel nostro Paese. Proprio il documento di reddito è uno dei documenti necessari per richiedere il prestito, insieme alla carta d’identità e al codice fiscale.

L’erogazione avviene con accredito sul conto corrente del richiedente oppure su carta Postepay Evolution o su Libretto Postale. Per il pagamento delle rate si può optare per l’addebito diretto sul conto oppure per il versamento tramite bollettini postali. Il prestito BancoPosta può essere richiesto solo recandosi presso un ufficio postale, quindi non sarebbe una cattiva idea prenotare un appuntamento chiamando al numero 8000003322. Sulle pagine di presentazione del prodotto non ci sono riferimenti ai tassi di interesse applicati, quindi bisogna approfondire un po’ la ricerca per trovare i prospetti informativi.

Tassi di interesse applicati e calcolo della rata

Innanzi tutto bisogna chiarire che Poste Italiane agisce da intermediario, visto che in realtà i prestiti vengono erogati da altri istituti (in particolare Deutsche Bank, Findomestic e Compass), ognuno dei quali fissa delle condizioni proprie. Deutsche Bank prevede un TAN massimo dell’8,90% e un TAEG massimo del 10,24%; Findomestic ha fissato il TAN massimo al 9,90% e il TAEG al 10,88%; Compass ha stabilito il TAN massimo all’11,90% e il TAEG massimo al 13,23%.

Conoscendo i tassi di interesse applicati, per fare il calcolo della rata è possibile utilizzare una formula di matematica finanziaria, oppure si possono utilizzare gli strumenti online messi a disposizione da siti web specializzati. In alternativa, per avere un’idea su quelli che possono essere i costi del finanziamento, possiamo dare un’occhiata agli esempi presenti nei fogli illustrativi.

  • Prestito BancoPosta con Deutshce Bank – importo erogato 12.000 euro, rimborso in 60 mesi con rate da 248,52 euro, TAN 8,90%, TAEG 9,42%, totale dovuto dal debitore 14.941,83 euro.
  • Prestito BancoPosta con Findomestic – importo erogato 7.000 euro, rimborso in 50 mesi con rate da 171,42 euro, TAN 9,90%, TAEG 10,50%, totale dovuto dal debitore 8.588,50 euro.
  • Prestito BancoPosta con Compass – importo erogato 5.000 euro, rimborso in 48 mesi con rate da 128,96 euro, TAN 10,90%, TAEG 11,70%, totale dovuto dal debitore 6.213,04 euro.