Prestiti BancoPosta

Quando si ha bisogno di chiedere un finanziamento è molto importante informarsi bene e fare dei confronti tra le soluzioni proposte dai vari istituti di credito: una delle alternative da prendere in considerazione è rappresentata dai prestiti BancoPosta; Poste Italiane propone un’ampia gamma di finanziamenti composta da prodotti pensati per le varie esigenze dei possibili clienti.

Le caratteristiche dei prestiti di Poste Italiane

I prestiti BancoPosta possono essere richiesti presso gli uffici postali (c’è anche un finanziamento gestibile completamente online), permettono di ottenere importi tra i 1.000 e i 60.000 euro, con piani di rimborso che vanno da 22 a 120 mesi e sono caratterizzati da rate costanti e tassi fissi per l’intera durata del finanziamento. Facciamo un rapido riepilogo delle caratteristiche principali di ogni formula proposta.

Prestiti per pensionati di Poste Italiane

I prestiti per pensionati sono particolari forme di credito che vengono aperte in favore di chi è già uscito dal mercato del lavoro e ha bisogno di somme per soddisfare propri bisogni. Tra le varie possibilità, particolarmente vantaggiose sono le offerte di prestiti per pensionati di Poste Italiane che hanno creato prodotti specifici per i più anziani, caratterizzati da convenienza e semplicità.

I prestiti pensionati INPS nascono con l’obiettivo di aiutare chi è già in pensione a realizzare i propri progetti e sogni senza dover cambiare stile di vita pagando rate di elevato valore. Possono essere richiesti senza indicare a cosa servono i soldi ed essere restituiti in piccole rate fino a 120 mensilità. La proposta concreta fatta al singolo richiedente dipende dalle somme necessarie, dall’età e dall’ammontare della pensione. Poste Italiane eroga prestiti per pensionati sotto forma di cessione del quinto con rata che ha un ammontare massimo pari ad un quinto della pensione, quindi l’importo della rata mensile potrà essere anche di minore entità. Il prestito appare particolarmente vantaggioso perché può essere richiesto anche se si hanno altri finanziamenti in corso.

La proposta prevede che il piano di ammortamento debba avere una durata compresa tra 36 e 120 rate, ovvero durata massima di 10 anni. Il credito deve però essere estinto prima che siano stati compiuti 84 anni, ad esempio una persona di 75 anni potrà chiedere il finanziamento, ma non per la durata massima del piano di ammortamento. Inoltre fino all’età di 81 anni potrà essere richiesto il finanziamento: si tratta di un limite molto più elevato rispetto a quello normalmente concesso. Come previsto per legge per poter stipulare la cessione del quinto con l’INPS è necessario stipulare una polizza a copertura del rischio vita. Per ottenere il prestito è necessario recarsi in uno dei tanti uffici postali presenti sul territorio, qui sarà fissato un appuntamento con un consulente, se non è già presente in sede, e sarà possibile avere tutte le delucidazioni necessarie. Per poter contrarre sarà necessario presentare il cedolino della pensione e il certificato della quota cedibile. In base a tali documenti e all’entità di denaro richiesto, sarà sviluppato un piano di ammortamento.

La legge prevede che per poter ottenere la cessione del quinto l’ammontare della pensione debba essere superiore rispetto all’assegno minimo previsto per la pensione sociale, si ritiene infatti che tale importo sia essenziale per poter vivere. I prestiti pensionati INPS con cessione del quinto sono particolarmente convenienti perché non prevedono costo di apertura della pratica, di incasso rata, o per comunicazioni periodiche. È possibile estinguerli in anticipo, pagando le rimanenti somme, senza essere soggetti a penale. Per poter ottenere i prestiti Poste Italiane non è necessario avere un conto corrente: le somme potranno essere erogate anche su un libretto nominativo di risparmio, su una carta postepay, oppure possono essere girate al pensionato attraverso un assegno vidimato non trasferibile.

Prestito BancoPosta Auto

È la soluzione pensata per chi ha intenzione di acquistare un’auto nuova o usata; può essere richiesto dai titolari di conto BancoPosta o di Libretto Potale nominativo ordinario; si possono richiedere cifre tra i 10.000 e i 30.000 euro. Grazie alla promozione in corso i titolari di un conto corrente BancoPosta con accredito dello stipendio o della pensione possono ricevere 15.000 euro da restituire in 72 mesi con rate da 255,66 euro (TAN 6,99% e TAEG 7,35%).

Prestito BancoPosta Ristrutturazione Casa

Il prodotto ideale per chi deve ristrutturare o rinnovare la propria abitazione; i titolari di conto BancoPosta possono richiedere importi da 10.000 a 600.00 euro, mentre i titolari di Libretto Postale possono ottenere importi da 10.000 a 30.000 euro. Il piano di rimborso può andare da un minimo di 36 fino ad un massimo di 120 mesi. Anche in questo caso c’è una promozione in corso che consente ai correntisti BancoPosta di ricevere 25.000 euro da rendere in 102 mesi con rate da 398,64 euro (TAN 7,50%, TAEG 7,79%).

Prestito BancoPosta Consolidamento

Chi ha più finanziamenti in corso, e magari ha bisogno di ulteriore liquidità, può raccogliere tutte le scadenze in un unico impegno mensile. I correntisti BancoPosta possono richiedere importi dai 3.000 ai 50.000 euro, mentre i titolari di Libretto Postale possono ottenere cifre tra i 3.000 e i 30.000 euro. La durata del finanziamento può andare da 24 a 96 mesi. La promozione in corso consente di ricevere 15.000 euro da restituire in 90 mesi con rate da 270,24 euro (TAN 8,40, TAEG 8,77%).

Prestito BancoPosta

Possiamo definire questo finanziamento come il prodotto base: si tratta di un prestito personale che può essere richiesto anche da chi non ha un conto presso l’istituto, che permette di ottenere importi tra i 3.000 e i 30.000 euro, da restituire in minimo 24 e massimo 84 mesi.

Prestito BancoPosta Flessibile

Si tratta di un prodotto riservato ai titolari di conto BancoPosta: ha caratteristiche simili rispetto al prodotto base appena visto (con importi che vanno dai 3.000 ai 30.000 euro), ma si caratterizza per la possibilità di cambiare l’importo della rata o di saltarne il pagamento, posticipandolo a fine finanziamento (la durata in questo modo può arrivare fino a 108 mesi). La promozione attuale permette di ottenere 15.000 uro da restituire in 84 mesi con rate da 233,04 euro (TAN 7,90%, TAEG 8,25%).

Prestito BancoPosta Acquisto Casa

I titolari di un conto BancoPosta che hanno intenzione di acquistare una nuova casa (o nuove pertinenze per l’abitazione esistente) possono richiedere importi tra i 10.000 e i 60.000 euro (30.000 è il massimo per i titolari di Libretto Postale) da restituire con piani di rimborso di durata tra i 36 e i 120 mesi.

Mini Prestito BancoPosta

In questo caso parliamo di un piccolo finanziamento riservato ai titolari carta Postepay Evolution: si possono ottenere 1.000, 2.000 o 3.000 euro da restituire in 22 mesi. Le somme concesse vengono accreditare sulla Postepay Evolution, sulla quale verranno in seguito addebitate le rate di rimborso.

Prestito BancoPosta Online

Tutti i prestiti BancoPosta che abbiamo visto finora possono essere richiesti solo presso gli uffici postali: questo prestito, riservato ai soli correntisti BancoPosta che hanno attivato il servizio di Internet Banking, può essere gestito interamente online. Si possono richiedere somme tra i 3.000 e i 30.000 euro, con piani di rimborso che vanno dai 24 agli 84 mesi.