Prestiti a fondo perduto in Toscana

I finanziamenti a fondo perduto sono dei prestiti che prevedono delle agevolazioni i quali sono concessi senza che sussista l’obbligo di doverli rimborsare. La somma elargita, o almeno una parte di questa, non viene rimborsata tramite le rate o gli interessi. Questi prestiti quindi sono più che altro degli investimenti elargiti da diversi enti pubblici per incentivare la promozione dello sviluppo economico della zona.

Ci sono vari tipi di prestiti a fondo perduto, ognuno è infatti pensato per un certo tipo di soggetti e viene erogato da un particolare ente. Nella maggior parte dei casi parliamo di agevolazioni economiche create appositamente per promuovere lo sviluppo di giovani imprenditori e per chi desidera avviare una nuova attività. Queste somme di denaro vengono elargite grazie alla presenza di alcuni fondi di provenienza che possono essere europei, statali o appartenenti alla regione. In questo articolo vedremo dunque quali sono i prestiti a fondo perduto del 2017 dedicati alla regione Toscana.

Prestiti a Fondo perduto in Toscana: Finanziamento a tasso zero dedicato alla nascita di nuove imprese giovanili

prestiti giovani toscanaPossono beneficiare nella regione Toscana di questo prestito le piccole imprese giovanili avviate da chi ha meno di 40 anni di età, quelle femminili dove non sono previsti dei limiti di età o quelle che vengono avviate da parte dei così detti destinatari di ammortizzatori sociali e, anche in questo caso, non ci sono soglie di età. Questo prestito a fondo perduto è dedicato sia a ditte individuali che a società, anche a quelle cooperative se sono nate al massimo due anni prima della richiesta del prestito, ma anche in questo caso le ditte devo essere create da soggetti giovani, da donne oppure da parte di destinatari di ammortizzatori sociali.

Le persone fisiche  che potranno dunque presentare la richiesta per questo servizio sono donne di qualsiasi età, piccoli imprenditori giovani che hanno meno di 40 anni oppure i destinatari di ammortizzatori sociali. Non c’è una vera e propria data di scadenza per questo tipo di bando, le domande infatti verranno accettate fino a quando i fondi saranno esauriti. Le categorie alle quali il prestito è dedicato sono varie, ovvero il turismo, il commercio, l’artigianato ed infine l’industria. Si tratta di inanziamenti a tasso zero dove la somma totale richiedibile per avviare il proprio progetto non deve essere minore a 8.000,00 euro e maggiore a  35.000,00 euro.

Secondo bando a fondo perduto: un finanziamenti a tasso zero per la nascita nuove imprese con meno di due anni

Possono essere dei beneficiari di questo prestito a fondo perduto in Toscana tutte le micro e le piccole imprese create da soggetti giovani, parliamo quindi di ditte individuali e di società, anche nel caso siano cooperative. Per potervi accedere è necessario che la costituzione di queste ditta sia avvenuta al massimo nei due anni previi alla presentazione della domanda di prestito, con la  condizione che quando la ditta è stata avviata il suo titolare o la maggioranza dei soci non avesse ancora in quel momento compiuto i 40 anni di età.

Potranno presentare la richiesta quindi le persone fisiche che vorranno avviare delle micro o delle piccole imprese giovanili nell’arco temporale di sei mesi dal momento in cui viene comunicata l’accettazione del prestito, mantenendo sempre la condizione che questi non abbiamo un’età che superi i 40 anni quando l’impresa è stata costituita. Anche in questo caso non sussiste una data di scandenza, le domande saranno ammesse fino a quando non saranno esauriti i fondi. Le categorie che possono accedere a questo prestito a tasso zero sono l’artigianato, il turismo, l’industria ed il commercio. Il minimo da poter richiedere è pari alla cifra di 4.800 euro mentre il massimo equivale a 21.000 euro per un massimo di sette anni.