Cessione del quinto per medici ospedalieri

Oggi nell’articolo che segue copriamo assieme come i medici dipendenti presso strutture ospedaliere pubbbliche possano accedere al credito extra con dei prestiti tramite la cessione del quinto del loro stipendio.

Caratteristiche generali di un prestito con cessione del quinto per medici ospedalieri

prestiti per mediciUn prestito con la cessione del quinto per un medico ospedaliero o un dirigente medico è un servizio pubblico se fa parte di serie di criteri di giudizio che adesso prenderemo in analisi. Generalmente per poter richiedere ed ottenere un prestito con la cessione del quinto un medico (questa categoria è considerata come dipendenti pubblici) dipendente da una struttura ospedaliera deve  godere di un contratto di lavoro a tempo indeterminato presso una struttura ospedaliera pubblica appartenente al sistema sanitario nazionale. Proprio per questi motivi il prestito con la cessione del quinto dedicato ai medici ospedalieri può avere fine anche dopo l’età della pensione.

Al momento della valutazione della richiesta e del contratto di lavoro verrà infatti spedita una copia di quest’ultimo anche all’Inps (Ente Previdenziale) al quale si appartiene. Se si ha la necessità inoltre si può anche accedere ad un prestito del doppio quinto. Per i medici ospedalieri come per ogni altro lavoratore che appartiene alla categoria dei dipendenti pubblici viene data la possibilità di pagare una quota maggiore pari al 20% del proprio stipendio al netto, ma questo tipo di prestito deve giungere al termine entro in momento in cui si va in pensione.

Cessione del quinto per medici ospedalieri con il Club dei Medici e Agos Ducato

Il prestito con la cessione del quinto dello stipendio per i dipendenti di strutture ospedaliere pubbliche del Club Medici, in collaborazione con il famoso gruppo finanziario italiano Agos Ducato dopo aver sottoscritto ad una convezione, fa in modo che i medici dipendenti, siano esso convenzionati o pensionati possano fare i modo di concretizzare i propri scopi con un finanziamento con cessione del quinto dello stipendio e della pensione dove le rate mensili vengono trattenute direttamente e comodamente dalla busta paga del richiedente o dalla sua pensione di anzianità.
Questo prestito con la cessione del quinto per medici ospedalieri viene sostenuto anche a firma singola (anche nel caso vi sia un coniuge), non ha bisogno di garanzie ipotecarie ed è non finalizzato, infatti non bisogna fornire nessun giustificativo di spesa. Si tratta di un prestito molto  comodo e soprattutto sicuro  e viene elargito anche nel caso in cui ci siano degli altri finanziamenti nel contempo, se si è stati pignorati, inseriti nella lista dei cattivi pagatori o, più in generale, se si ha avuto alcuni disguidi finanziari in passato.
Si tratta dunque di uno strumento molto vantaggioso per poter consolidare i propri debiti e fare fronte ad ogni tipo di spesa imprevista,  in più questo tipo di finanziamento fa in modo di poter riunire in un’unica grande rata tutti i previi oneri finanziari e ricevere dunque maggiore liquidità.
Nel prestito è compresa una copertura assicurativa che tutela il rischio vita e rischio perdita di impiego per proteggere sia chi eroga che chi riceve (e la sua famiglia) la quale è inclusa nel costo della rata mensile. In quanto non finalizzato questo prestito è riservato e protegge la privacy del richiedente, anche verso il proprio coniuge.
Se ci si rivolge dunque al Club Medici ottenere liquidità è molto semplice, è necessaria soltanto stabilità economica ed una firma. Come in ogni caso, il preventivo è gratuito e senza impegno e, nel caso sussista il bisogno di ulteriori informazioni, basta chiamare il numero verde presente sul sito Club Medici o inviare una e mail e saranno fornite tutte le informazioni necessarie da parte di un operatore qualificato.