Prestiti Inps per dipendenti pubblici

Una delle categorie alle quali sono rivolti i prestiti concessi dall’Inps è quella dei dipendenti pubblici. Scopriamo tutte le caratteristiche dei finanziamenti a loro riservati, dal tasso d’interesse applicato alle diverse opzioni di prestito disponibili. Infine a chi rivolgersi per ottenere il finanziamento per dipendenti pubblici alle migliori condizioni e come effettuare la richiesta.

Se siete dipendenti della Pubblica Amministrazione ed avete bisogno di una determinata somma per dilazionare il pagamento ad esempio per l’acquisto di un’automobile o per fare un viaggio con la famiglia o con la vostra dolce metà, qui troverete tutte le informazioni che cercate riguardo i prestiti Inps. Questi sono i finanziamenti che offrono il trattamento migliore, dunque vediamo quali sono le condizioni per averne accesso e tutti i documenti necessari per effettuare la richiesta e ricevere il prestito nel più breve tempo possibile.

Prestiti Inps per dipendenti pubblici: come funzionano e requisiti richiesti

I prestiti Inps sono tra i prodotti più convenienti disponibili sul mercato dei finanziamenti. Se siete interessati a ricevere una determinata somma per far fronte alle spese di ristrutturazione della casa o l’acquisto di nuovi mobili, oppure se volete acquistare un’auto nuova o usata, non potete non prendere in considerazione i prestiti offerti dall’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale.

Tra le categorie di clienti alle quali sono rivolti questi finanziamenti, troviamo i dipendenti pubblici. Questi ultimi, specialmente coloro che abbiano un contratto a tempo indeterminato, come tutti sanno, non riscontrano particolari problemi nel ricevere il finanziamento di cui hanno bisogno. Questo perché si tratta di un profilo particolarmente sicuro per la banca che deve concedere un prestito. Lo stipendio percepito ogni mese costituisce un’ottima garanzia di rimborso per la compagnia, e questo porta ad un trattamento solitamente più conveniente al momento della richiesta di un prestito.

Per quanto riguarda i prestiti Inps, anche chi abbia un contratto a tempo determinato potrà ricevere il finanziamento desiderato, ma a determinate condizioni. Il termine stabilito per il rimborso totale dovrà essere infatti fissato prima della scadenza del contratto di lavoro. Dunque è facile intuire come la somma che potremo richiedere sarà inferiore rispetto a quanto avviene per i lavoratori dipendenti con contratto a tempo indeterminato, che potranno invece richiedere senza problemi finanziamenti con durata fino a 10 anni. Per effettuare la richiesta di prestito presso l’Inps o presso una delle banche convenzionate con l’Istituto, quello che dovremo fare sarà presentare il contratto di lavoro e l’ultima busta paga.

Prestiti Inps per dipendenti pubblici con Cessione del quinto

Se siete dipendenti pubblici ed avete bisogno di un prestito, avrete sicuramente sentito parlare della cessione del quinto. Si tratta di una delle forme di finanziamento più interessanti, ed è riservata proprio ai lavoratori dipendenti ed ai pensionati, dunque coloro che possano garantire alla finanziaria un reddito sicuro ogni mese. L’Inps e le banche con esso convenzionate offrono ai propri clienti la possibilità di aver acceso al credito desiderato tramite cessione del quinto.

La caratteristica principale di questo prestito è sicuramente quella per cui la rata di rimborso che andremo ad affrontare ogni mese non potrà superare il quinto dello stipendio netto percepito. Questo costituisce un enorme vantaggio, in quanto potremo avere la certezza di non avere particolari problemi nel rimborso, visto che la spesa mensile non intacca eccessivamente il budget a nostra disposizione.

Data questa caratteristica, si capisce come l’importo che potremo richiedere con la cessione del quinto Inps dipenderà dallo stipendio percepito. Per quanto riguarda le modalità di rimborso, questo avverrà tramite trattenuta diretta dalla busta paga, dunque non dovremo preoccuparci della scadenza mensile del pagamento di ogni rata. Infine, per quanto riguarda l’erogazione della somma richiesta, questa avviene solitamente in tempi particolarmente breve, visto anche il fatto che i soldi ci verranno caricati sul conto corrente a noi intestato.