Prestiti tra privati “prestiamoci”

La crescita di transazioni che hanno interessato il mondo dei prestiti, ha fatto sì che numerosi soggetti cercassero soluzioni alternative come ad esempio il “prestito tra privati”. Oggi ci occupiamo del portale “Prestiamoci” , uno dei più noti di questo segmento di mercato.

Il sistema alla base dei prestiti tra privati

Iniziamo chiarendo che “Prestiamoci” è una piattaforma che gestisce i prestiti tra privati. Se un tempo i prestiti tra privati erano possibili esclusivamente tramite il passaparola, oggi grazie alla tecnologia le possibilità si sono moltiplicate e anche soggetti fisicamente lontani possono gestire insieme un prestito. Questo sistema va oltre e struttura in un vero e proprio market place domande e offerta.

Come avviene per i sistemi di questa categoria, dunque, il portale sfrutta prestiti tra privati solo per tagli medio bassi, ma gestisce una grande quantità di denaro dal momento che è in grado di movimentare una mole molto elevata di transazioni. Il sistema, tutelato e certificato dalla Banca d’Italia, è molto affidabile e molto sicuro, ma nello stesso tempo capaci di proporre tassi veramente economici e convenienti..

La fase di richiesta è molto veloce ed intuitiva, il prestito viene concesso direttamente online senza bisogno di visite in filiali o cose simili, dal momento che la documentazione può semplicemente essere caricata sul portale digitalmente. Il passaggio successivo è la valutazione sul rientro nel prestito, analisi che tiene conto di una serie di fattori volti a stabilire il rischio sostenibile connesso al prestito stesso, alla luce anche delle caratteristiche del richiedente.

Ma entriamo ora più nel dettaglio e capiamo come funziona nello specifico “Prestiamoci”.

Le caratteristiche di “Prestiamoci”

Il portale gestisce prestiti per importi compresi tra i 1.500 e i 25.000 euro da restituire in un arco temporale compreso tra i 12 mesi e i 72 mesi, con rate mensili e costanti. L’importo è soggetto a interessi a tasso fisso. In base al rischio connesso al soggetto richiedente, vengono definite una serie di classi, alle quali viene associato un TAEG. Come intuitivo, l’esistenza di un maggior rischio verrà coperta da un TAN e quindi da un TAEG maggiore.

Giusto per avere una idea, basti considerare che un profilo eccellente è accostato ad un TAN fisso del 3.90%; uno medio ad un TAN fisso pari al 7.45%, uno sufficiente ad un TAN del 10.35%. Le fasce indicate sono macro, in realtà le opzioni sono molte di più e la criticità del rischio è valutata in base ad una piramide molto dettagliata.

I prestiti possono essere richiesti anche da pensionati, mentre restano esclusi i protestati. Il portale come accennato rappresenta il punto di incontro tra soggetti che cercano un prestito e hanno comunque una buona storia creditizia, e altri che invece hanno fondi da dare in prestito a disposizione.

L’incontro avviene tramite un processo di richiesto che si svolge online e in modo molto veloce, con risposta garantita in 24 ore. La richiesta viene analizzata da chi di dovere e se il profilo del richiedente sarà idoneo la richiesta verrà inserita nel portale e i prestatori potranno coprire la cifra in parte o per intero. Una volta definito il prestito, le rate verranno detratte in automatico tramite addebito SEPA senza nessun costo aggiuntivo, ulteriore, nascosto.

Il sistema dunque è veramente semplice da utilizzare, veloce, comodo e permette di ottenere prestiti con interessi molto bassi. Qualora disponiate di capitali da investire, potreste valutare anche la possibilità di intervenire come soggetti che concedono un prestito: avrete la totale sicurezza di incontrare solo ed esclusivamente profili di soggetti in linea con u requisiti minimi di sicurezza per accesso al credito, che sceglieranno il portale non per mancanza di alternative, ma spinti dalla consapevolezza che difficilmente è possibile trovare soluzioni più convenienti.