Prestiti on line per soci di cooperative

Cosa sono i prestiti per soci di cooperative? E perché possono essere convenienti? Nella maggior parte degli articoli sui finanziamenti viene trattato il tema su come ottenere un prestito, ma in questo caso faremo un’eccezione: con i prestiti sociali i soci non ricevono soldi, ma li danno in prestito alla cooperativa. Questo strumento viene indicato da molti come uno dei punti saldi della finanza etica, infatti i tassi sono più bassi rispetto a quelli che vengono applicati con le altre forme di finanziamento, ma i soci di cooperative possono ottenere altri tipi di vantaggi.

Cos’è il prestito sociale e perché può essere conveniente?

Se i tassi di interesse sono così bassi, che convenienza hanno i soci di cooperative di prestare i loro soldi? I motivi sono vari: innanzi tutto chi presta i suoi soldi in questo caso lo sta facendo perché crede in un progetto e poi, anche se la remunerazione che deriva dagli interessi non è particolarmente elevata, la stessa cooperative offre ai suoi soci/creditori delle agevolazioni e dei servizi che possono essere ritenuti molto interessanti. Molti sottolineano inoltre che a differenza di altri tipi di investimento che si possono incontrare nel mondo della finanza (dove le dinamiche a volte possono essere imprevedibili), il prestito sociale è un’operazione sicura in quanto garantita dal patrimonio sociale e immobiliare della stessa cooperativa.

In pratica alla base dei prestiti veloci per dipendenti di cooperative c’è una logica fondata sul Do ut des: il socio investe i suoi risparmi in modo da contribuire alla crescita e allo sviluppo della cooperativa, ma questa in cambio garantisce un rendimento minimo legato ai tassi di interesse applicati sul prestito e  l’accesso ad una serie di servizi che possono risultare particolarmente utili derivanti dalla partecipazione attiva alla società (possono esserci corsi di formazione professionali, sconti o buoni per la spesa, iniziative di varia natura e addirittura posti di lavoro). Ogni prestito sociale fa storia a se, nel senso che possono essere l’uno diverso dall’altro, visto che non si tratta di un classico e canonico strumento finanziario (d’altronde le cooperative non realizzano nessun utile). Prima di decidere di sottoscrivere un prestito sociale sarebbe quindi un’ottima idea quella di informarsi bene, magari facendo una ricerca sul web dei vari prestiti on line per soci di cooperative disponibili.

Caratteristiche e condizioni dei prestiti online per soci di cooperative

Il prestito sociale forse più noto è  quello di Coop Alleanza 3.0: con questo strumento i soci possono affidare  propri risparmi alla cooperativa in modo da dare un contributo al suo sviluppo, ricevendo in cambio un rendimento sul capitare e l’accesso a vari servizi comodi e sicuri. Sul sito web ufficiale della cooperativa vengono riportati i seguenti tassi di interesse: per depositi fino a 12.000 euro c’è lo 0,30%, lordo (0,22% netto) per depositi superiori, per la quota dai 12.000 ai 24.000 è previsto lo 0,90% (0,67% netto) e per la quota da 24.000 a 36.500 (deposito massimo consentito nel libretto del prestito) c’è l’applicazione dell’1,70% lordo (1,26% netto). Le nuove regole sui prestiti sociali prevedono un innalzamento del grado di sicurezza: il capitale preso in prestito infatti non può andare oltre ad una certa percentuale del valore complessivo della società e gli investimenti effettuati devono essere mirati vero strumenti meno rischiosi per gli investitori (ad esempio obbligazioni e titoli di breve durata, liquidabili in tempi ristretti).