Prestiti auto veloci

Nel mondo dei prestiti veloci un ruolo da protagonista è svolto dai prestiti personali per l’acquisto di un’auto. Questa è infatti uno dei casi più frequenti in cui ci si può trovare nella condizione di dover richiedere un finanziamento ad una banca. L’acquisto di un’automobile costituisce infatti una spesa non indifferente, per la quale sono in pochissimi ad avere la disponibilità economica per pagare l’intera somma senza bisogno di ricevere un finanziamento.

I prestiti per l’acquisto di un’automobile, che sia nuova o usata, sono solitamente particolarmente convenienti e anche per questo motivo sono in tanti a scegliere questo tipo di prodotto. Vediamo tutte le caratteristiche di questa forma di finanziamento, con le condizioni offerte dalle diverse banche, i requisiti richiesti per aver accesso al credito di cui abbiamo bisogno e tutto quello che c’è da sapere in merito. Infine come richiedere un preventivo gratuito online, in modo da scegliere al meglio il prodotto che ci permette di risparmiare non poco sulla spesa complessiva che dovremo affrontare per acquistare la nostra macchina.

Perché richiedere un prestito veloce per l’acquisto di un’auto nuova o usata?

Se siete su questa pagina, molto probabilmente siete intenzionati ad acquistare una nuova automobile ma non disponete dell’intera somma per concludere l’acquisto. Perché scegliere un’auto peggiore se abbiamo la possibilità di richiedere un prestito a condizioni vantaggiose? Molte volte l’errore che facciamo è quello di voler risparmiare sulla spesa necessaria per acquistare un’automobile, magari scegliendo un’auto usata che ha percorso diversi chilometri. Quello che inizialmente può sembrarci un vero affare potrebbe però rivelarsi uno spreco di soldi!

È noto a tutti, infatti, come le spese per il mantenimento di un’automobile con diversi chilometri alle spalle sono molto più alti rispetto ad una nuova o quasi. Senza contare come le auto di nuova produzione abbiano dei consumi estremamente minori rispetto a quelle di qualche anno fa. Per questo motivo la scelta ottimale, in molti casi, è quella di spendere qualcosa in più al momento dell’acquisto, per poi risparmiare in seguito sulla benzina e sul meccanico. Perciò la soluzione migliore è quella di richiedere un prestito per l’acquisto di un’auto, usata o nuova che sia.

A chi rivolgersi per ottenere un finanziamento in tempi brevi per acquisto auto

Una delle caratteristiche fondamentali dei prestiti per auto è senza dubbio quella di essere veloci. Questo è anche il requisito che ricerchiamo noi di ilprestitoveloce.com e per questo motivo vogliamo consigliarvi le migliori compagnie alle quali potreste rivolgervi per ottenere il trattamento migliore e risparmiare non poco. Come sempre il nostro consiglio è quello di confrontare diversi prodotti, analizzando tutte le caratteristiche principali come la somma richiedibile e il tasso d’interesse. Inoltre può essere molto utile richiedere un preventivo, grazie al quale potrete immediatamente conoscere l’ammontare delle rate di rimborso che andrete ad affrontare.

Sono moltissime le compagnie che offrono prestiti per chi volesse acquistare un’auto nuova o usata. Le migliori e quelle che riscuotono maggior successo sono sempre le principali compagnie, tra cui ad esempio Agos, Bnl, Compass, Findomestic, Fineco e Unicredit. Ovviamente non mancano alternative altrettanto valide, perciò la cosa migliore da fare è quella di visitare i diversi siti internet delle compagnie, che molto spesso offrono tassi d’interesse più convenienti per determinati periodi. Per questo motivo è bene informarsi su tutte le migliori offerte disponibili sul mercato, per ottenere il trattamento migliore.

Requisiti necessari per aver accesso al credito per comprare una macchina

Uno degli aspetti principali di un prestito è sicuramente rappresentato dai requisiti richiesti dalla banca per averne accesso. Molte volte, infatti, non è semplice ricevere il finanziamento di cui abbiamo bisogno, proprio per via delle garanzie che dobbiamo presentare alla finanziaria alla quale ci rivolgiamo. Vediamo dunque quali sono i requisiti necessari per quanto riguarda i prestiti veloci per l’acquisto di un’auto. Coloro che di certo non avranno problemi ad aver accesso al credito desiderato sono i lavoratori dipendenti e i pensionati.

In questo caso, tra i documenti che dovremo presentare ci sarà l’ultima busta paga o l’ultimo cedolino della pensione. Tuttavia anche chi non rientrasse in queste due categorie ha la possibilità di presentare garanzie alternative. È il caso ad esempio dei lavoratori autonomi, che possono presentare la dichiarazione dei redditi, sulla quale la compagnia farà un’analisi dettagliata e deciderà se concedere o meno il prestito che abbiamo richiesto. Un’altra possibilità è quella di presentare un garante: un parente o un amico si prenderebbe in questo caso la responsabilità di garantire per noi, e in caso di mancato pagamento da parte nostra si farà carico della rata di rimborso. L’ultima possibilità è quella dell’ipoteca di un immobile, sul quale la compagnia potrà rifarsi nel caso in cui non riuscissimo a restituire la somma anticipataci.

Come richiedere un preventivo online per prestiti veloci per auto

Come detto in precedenza, la cosa migliore da fare se siete interessati a ricevere un prestito veloce per l’acquisto di un’auto nuova o usata è quella di richiedere un preventivo presso diverse compagnie. Internet, così come avvenuto in moltissimi campi, ha rivoluzionato anche il mondo dei prestiti. Se fino a qualche tempo fa per ottenere un preventivo era necessario recarsi di persona presso le diverse filiali, fissando un appuntamento e perdendo molto tempo girando tra le banche alle quali eravamo interessati, oggi tutto questo lo possiamo fare comodamente da casa.

I siti internet delle maggiori compagnie ci offrono infatti la possibilità di ricevere un preventivo gratuito online. Non sarà necessario essere clienti della banca così come non dovremo registrarci al sito internet della compagnia stessa. Tutto quello che dovremo fare sarà scegliere il prodotto al quale siamo interessati, leggendo i requisiti necessari per ricevere il prestito e le caratteristiche dello stesso. Successivamente ci basterà inserire l’importo di cui abbiamo bisogno, che dovrà necessariamente rientrare nei parametri definiti dalla banca alla quale ci rivolgiamo (solitamente la cifra massima richiedibile è pari a 30.000 euro, ma alcune compagnie offrono anche di più).

La seconda informazione che ci verrà richiesta sarà la durata che preferiamo per il nostro prestito. A questo punto ci basterà cliccare su Calcola Rata per conoscere appunto la rata di rimborso che andremo a pagare ogni mese con il prodotto che abbiamo scelto. Questa sarà ovviamente più alta nel caso di una durata minore, mentre diminuirà all’aumentare del numero di mesi scelti per il rimborso. È inoltre molto importante tenere d’occhio il tasso d’interesse, che determinerà la spesa complessiva del finanziamento e che dunque dovremo confrontare con quelli applicate dalle altre compagnie.

Prestiti veloci senza busta paga per acquisto auto

I prestiti veloci per l’acquisto di un’auto nuova o usata costituiscono un’ottima opportunità anche per chi non possiede particolari garanzie. In quanto prestiti personali, infatti, sono più semplici da ottenere rispetto a quanto accade per altre forme di finanziamento. Una delle categorie che solitamente ha maggiori problemi nel ricevere i soldi di cui ha bisogno è senza dubbio quella formata da chi è senza busta paga. Quest’ultima è infatti la garanzia migliore che la banca possa ricevere dal cliente, in quanto rappresenta un’entrata fissa dalla quale potrà essere scalata ogni mese la rata pattuita per il rimborso della somma prestata.

Nel caso dei prestiti per l’acquisto di un’auto avremo la possibilità di presentare alla compagnia garanzie alternative per ottenere il finanziamento di cui abbiamo bisogno. Per quanto riguarda i liberi professionisti, un’alternativa valida alla presentazione dell’ultima busta paga è quella di presentare l’ultima dichiarazione dei redditi. Sulla base di questa la banca dovrà valutare se saremo in grado o meno di affrontare ogni mese la rata necessaria per rimborsare la somma che ci è stata prestata. Nel caso in cui l’esito della valutazione fosse negativo, le ultime possibilità sono la firma di un garante o l’ipoteca di un immobile, delle quali abbiamo già parlato. Va sottolineato infine come molte compagnie tramutino questo rischio maggiore della concessione di un prestito per senza busta paga in un tasso d’interesse leggermente superiore a quello applicato solitamente.

Prestiti veloci per acquisto automobile: tutte le migliori opzioni

Nella famiglia dei prestiti per auto rientrano diversi prodotti, che soddisfano le esigenze di tutti i clienti. Quando parliamo di questo tipo di finanziamento, infatti, molto spesso vengono considerati i prestiti per l’acquisto di qualsiasi veicolo. Perciò parliamo anche dell’acquisto di moto, camper, barche e quant’altro. Tutti questi veicoli vengono infine divisi in due categorie: quella del nuovo e quella dell’usato. Ma perché nel mondo dei prestiti nasce questa distinzione? In generale, per la banca alla quale ci rivolgiamo, un prestito concesso per l’acquisto di un’auto usata costituisce un rischio maggiore perché, come sottolineato dalle statistiche, il rischio di mancato rimborso è sensibilmente più alto nel caso dei prestiti per l’acquisto di un’auto di seconda mano.

Questo maggiore rischio si traduce solitamente in un trattamento leggermente meno conveniente rispetto alle condizioni offerte a chi richiede un finanziamento per l’acquisto di un’auto nuova. Una volta fatte le dovute valutazioni, ciò che dovrete decidere, stabilita la somma di cui avete bisogno per acquistare l’automobile o il veicolo che desiderate, è la durata del finanziamento. Solitamente, la durata massima che potremo scegliere è fissata a 10 anni. Dunque la nostra rata di rimborso dipenderà dai mesi in cui intendiamo restituire la somma anticipataci. Per quanto riguarda, infine, il tasso d’interesse applicato ai prestiti per auto nuove o usate, vi ricordiamo che questo rimarrà fisso per l’intera durata del finanziamento, indipendentemente dalla somma richiesta e dalla durata stessa.