Prestiti personali per dipendenti Fiat

Essere un lavoratore dipendente è una eventualità che aiuta qualora si sia alla richiesta di un prestito personale. Il pubblico impiego è senza dubbio quello che rende più semplice l’accesso al credito, ma anche i dipendenti privati possono fare richiesta di prestito, tradizionale o tramite cessione del quinto. In questo caso ad influire in maniera importante sull’esito della richiesta è senza dubbio il tipo di azienda per cui il soggetto lavora. Realtà grandi e consolidate, infatti, ispirano più fiducia e di conseguenza rendono più semplice l’accesso al credito.

I vantaggi dei prestiti per dipendenti FIAT

Parlando di realtà economico-aziendali importanti sia dal punto di vista delle dimensioni, che economico, il pensiero va subito alla FIAT e in effetti i lavoratori di questa azienda oltre ad avere un facile accesso al credito possono beneficiare anche di condizioni economiche vantaggiose.

Banche e finanziarie, infatti, guardano con fiducia alle richieste dei dipendenti FIAT, siano essi lavoratori a tempo indeterminato che determinato con garanzia. Per la seconda categoria di lavoratori, è da precisare che la banca chiederà una garanzia a vario titolo e nello stesso tempo dovrà verificare che il saldo delle rate termini prima del rapporto di lavoro del soggetto con l’azienda stessa. Una volta verificati tutti questi aspetti, il prestito verrà concesso e non di rado la banca o la società finanziaria ripagherà la percepita sicurezza di rientro nel prestito garantendogli tassi di interesse convenienti e vantaggiosi rispetto quanto offerto a realtà meno solide e dunque potenzialmente a rischio.

La cessione del quinto FIAT

La soluzione migliore sia per il soggetto richiedente che per la banca, sembra essere quella del prestito tramite cessione del quinto. Essa prevede che al soggetto venga garantito un prestito da saldare con rate variabili che possono avere un valore massimo al pari al 20% dello stipendio mensile netto del soggetto.

Sarà direttamente la FIAT a trattenere la cifra dalla busta paga del lavoratore e a versarla alla banca, lasciando dunque il lavoratore libero da qualsiasi vincolo o impegno ulteriore sia economico che materiale. Il soggetto infatti avrà comunque la possibilità di ricevere l’intera cifra che potrà spendere, mentre dal punto di vista pratico non dovrà impegnarsi in bonifici, assegni o ulteriori passaggi di denaro per la gestione della rata. Un ulteriore vantaggio per il richiedente, è legato alla sottoscrizione obbligatoria di una assicurazione che lo tutelerà in caso di perdita di lavoro o di inabilità al lavoro. Si tratta di una garanzia molto importante, che rassicura non solo il soggetto ma anche i suoi eredi in caso di morte.

La procedura per i  dipendenti FIAT

Come avviene per tutti gli altri dipendenti, il soggetto può fissare un appuntamento presso la filiale più vicina, ricordando di portare con sé la propria documentazione personale e quella relativa ai redditi percepiti, oppure fare una domanda di prestito online, accedendo non di rado a condizioni economiche senza dubbio migliori. Una ulteriore possibilità è quella di rivolgersi direttamente all’ufficio personale per verificare l’esistenza di eventuali convenzioni. Situazioni di questo tipo, infatti, possono non solo agevolare il soggetto a spuntare migliori condizioni economiche, ma anche diminuire il carico di lavoro per chi nella vostra azienda si occupa delle buste paga. Una ulteriore possibilità è quella di rivolgervi ai sindacati aziendali o di settore, che non di rado posseggono preziose informazioni sulle condizioni migliori del mercato economico, sui soggetti che meglio soddisfano le richieste più comuni e sulle varie possibilità. Gli stessi consigli valgono qualora siate alla ricerca di un prestito tradizionale, che tuttavia perde sempre più consensi in favore proprio della cessione del quinto, sistema come già detto più semplice da gestire, più conveniente e non di rado che offre condizioni economiche migliori.