Piccoli prestiti veloci a cattivi pagatori

I piccoli prestiti rappresentano un’ottima soluzione per ricevere una somma di denaro non eccessivamente alta in tempi brevi. Vediamo come è possibile aver accesso a questa forma di finanziamento nel caso in cui si sia stati segnalati in passato come cattivi pagatori. Questa categoria, come tutti sanno, ha spesso grandi difficoltà nel ricevere prestiti. Tuttavia, diverse compagnie sono disposte a prestare soldi ai clienti che presentino determinate garanzie.

Un piccolo prestito può esserci molto utile in diverse situazioni. Per esempio possiamo avere la necessità, piuttosto urgente, di acquistare un frigorifero nuovo in seguito alla rottura di quello vecchio. Ovviamente non possiamo aspettare troppo tempo, restando senza frigorifero per diversi giorni. Quello di cui abbiamo bisogno è di un accredito, immediato o quasi, che ci permetta di effettuare l’acquisto di cui abbiamo bisogno, impegnandoci a restituire la somma anticipataci nei tempi e nelle modalità decise dalla banca alla quale ci rivolgiamo. Vediamo quali sono le garanzie solitamente richieste dalle finanziarie per concedere piccoli prestiti ai cattivi pagatori e come effettuare la richiesta.

Piccoli prestiti veloci per cattivi pagatori: quali garanzie dobbiamo presentare?

Il piccolo prestito è un prodotto tra i più interessanti presenti sul mercato. Come abbiamo detto succede spesso di aver bisogno di un finanziamento che non sia di un importo eccessivamente alto, ma senza il quale ci troveremmo in difficoltà nell’affrontare una determinata spesa. Può essere quindi utile in questo caso ricevere un prestito. Spesso, per chi in passato abbia avuto problemi nel rimborso di un finanziamento e fosse stato segnalato come cattivo pagatore, ricevere i soldi di cui ha bisogno può risultare particolarmente complicato. Questo perché le banche non sono disposte a rischiare i propri soldi, prestandoli a chi potrebbe non restituirli.

Diverse compagnie sono maggiormente aperte a determinate situazioni, e invece di chiudere le porte ai cattivi pagatori decidono di concedere piccoli prestiti sotto la presentazione di determinate garanzie. Chi solitamente non ha problemi, pur essendo stato segnalato o protestato, è il dipendente pubblico o pensionato. In questo caso l’entrata mensile percepita costituisce un’ottima garanzia per la finanziaria, che ogni mese tratterrà dalla busta paga la rata di rimborso pattuita. Una seconda opzione è quella di ipotecare la casa. Si tratta sicuramente di un’enorme rischio per il cliente, che potrebbe vedere la propria abitazione battuta all’asta. Per questo motivo è bene valutare i rischi ai quali andiamo incontro nel chiedere un finanziamento. L’ultima possibilità per aver accesso ad un piccolo prestito per i cattivi pagatori è quella di presentare un garante, che assicurerà per noi e si farà carico di eventuali rate di rimborso non pagate.

Come richiedere un piccolo prestito veloce per cattivi pagatori

Se siete interessati a ricevere piccoli prestiti veloci per cattivi pagatori, vi sarete sicuramente accorti dell’enorme quantità di prodotti disponibili sul mercato. Il primo consiglio che possiamo darvi per richiedere un piccolo prestito, è quello di richiedere prima un preventivo presso diverse banche. Tutte le maggiori compagnie ci offrono la possibilità di avere una visione della spesa complessiva che andremo ad affrontare e l’importo di ogni rata mensile in pochi click, direttamente dal sito internet della compagnia. In questo modo potremo confrontare le diverse proposte, al fine di individuare il prodotto che fa al caso nostro.

Una volta scelta la compagnia alla quale affidarci, spesso la richiesta di prestito può essere effettuata completamente online. Ci basterà seguire la procedura guidata per richiedere in pochi minuti la somma di cui abbiamo bisogno, per poi ricevere una risposta in poco tempo, spesso anche meno di 24 ore. Per quanto riguarda i cattivi pagatori, ciò che dovremo presentare saranno appunto le garanzie sopra descritte, senza le quali non potremo aver accesso al credito. Un’alternativa alla procedura online è quella di fissare un appuntamento in filiale. Qui un esperto completamente dedicato potrà darci ulteriori informazioni sui piccoli prestiti, e ci permetterà di effettuare la richiesta di finanziamento.