Prestito personale a Roma: come richiedere

Con il termine di prestiti personali si fa riferimento ad una soluzione di credito al consumo che si rivolge a tutti i consumatori che hanno bisogno di un prestito che gli consenta di far fronte a spese piccole e impreviste, per se stessi, per la propria famiglia o per la propria casa. Oggi capiamo insieme come fare per richiedere un prestito personale nella città di Roma.

La documentazione necessaria per richiedere un prestito a Roma

La richiesta di un prestito personale è tutto sommato una operazione piuttosto semplice e veloce. E’ necessario presentare i propri documenti personali, le ultime buste paga e la documentazione di reddito relativa all’anno precedente. Con tutti questi documenti, la banca o l’istituto di credito prescelti potranno analizzare la situazione del richiedente e dopo le indagini del caso procedere alla concessione del prestito.

Vi sono alcune situazioni in cui la fase di approvazione potrebbe essere più lunga o ancora non andare a buon fine. Ad intervenire sul buon esito della richiesta troviamo in primis la situazione economico- reddituale del soggetto che inoltra la richiesta. Qualora quest’ultimo non percepisca uno stipendio fisso o abbia una fonte di reddito certa, la banca potrà richiedere la presentazione di garanzie (casa, immobili, possedimenti) o ancora pretendere che un garante firmi per il soggetto e si impegni al saldo qualora il richiedente non abbia per varie ragioni modo di saldare il proprio debito. Pari garanzie sono sempre più spesso richieste anche in caso di soggetti iscritti nel registro dei cattivi pagatori (ovvero che in passato non hanno rispettato degli impegni presi con una banca), che hanno bisogno di qualcuno che rassicuri la banca stessa.

Se tutto l’iter sopra citato va a buon fine, dopo la firma della relativa documentazione l’importo sarà disponibile direttamente sul conto corrente del soggetto. La restituzione della cifra avverrà come da contratto nei mesi successivi e attraverso rate maggiorate degli interessi pattuiti.

Come richiedere un prestito a Roma

Stringiamo un attimo al cerchio e capiamo come deve muoversi un soggetto che si trova nella situazione di dover chiedere un prestito a Roma. Come sempre, le possibilità sono due: la richiesta online o la visita in filiale.

La prima soluzione è molto comoda e veloce, e permette tra l’altro di confrontare in breve tempo numerose alternative e di ottenere spesso tassi di interesse vantaggiosi. Un’ottima soluzione, può essere rappresentata dai comparatori di prestiti, che consentono con una sola richiesta di visualizzare e confrontare più offerte. I meno esperti di internet, o coloro che hanno bisogno di informazioni più complete e precise sul mondo dei prestiti, possono invece visitare direttamente una filiale presente sul territorio.

Trovandosi nella capitale si ha in questo caso l’imbarazzo della scelta. Vi consigliamo di prendere il primo appuntamento con la vostra banca di fiducia per ascoltare le proposte. Spesso, infatti, ai correntisti vengono offerte soluzioni vantaggiose. Potete dunque rivolgervi a qualche altra realtà bancaria o ad una delle società finanziarie. Troviamo, tra queste, la Finanziaria M3 spa, la Finanziaria Romana, la Fincotex, la Fla spa, o ancora la filiale locale di Credito Veloce o di Idea Finanziaria. La Zeus srl, la Finance Roma, la Capital Società sono altre realtà simili.

Ma durante le vostre ricerche, quando sarete faccia a faccia con il consulente o davanti allo schermo, quali informazioni dovrete guardare con maggiore attenzione? Il “costo” di un prestito si misura attraverso i TAEG, il tasso di interesse che tiene conto anche di tutte le spese di gestione del prestito stesso. Ad incidere sui tassi di interesse, sono l’importo del prestito, ma anche la durata dello stesso, provate quindi a verificare come il tasso cambia modificando la durata del prestito stesso.